Get a site

Vladimir Mayakovsky – So it is with me

Caspar David Friedrich, On the sailing boat, 1819

Fleets—they too flow into port.
A train—also races to station.
But I am driven and drawn that much more
 towards you
—for I love!
Pushkin’s covetous knight descends
 to rummage and delight in his cellar.
So I
 return to you, beloved.
This is my heart,
 and I delight in it.
Coming home is a joy.
People scrape off their dirt,
 shaving and washing.
So I
return to you—
 for if
I go to you,
am I not going home?
The earth takes back her creatures.
We return to our destination.
So I
 am drawn towards you
relentlessly,
as soon as we part
or don’t see each other.

Le flotte: anche loro convergono verso il porto.
Il treno: anche lui corre verso la stazione.
E io verso di te a maggior ragione,
 perchè io amo,
mi sento proteso e attratto.
L’ultimo cavaliere puskiniano scende
a godersi nel sotteraneo i suoi beni e a frugare.
Così io
a te ritorno, amata.
Mio è questo cuore,
e io godo di quanto è mio.
Voi ritornate a casa tutti lieti,
a raschiarvi di dosso
la sporcizia, radendovi e lavandovi.
Così io,
tornando a te.
Forse
non vado a casa mia io,
quando vengo da te?
Il grembo terrestre attende i terrestri.
Noi volgiamo alla mèta finale.
Così io
verso di te
tendo inesorabilmente:
anche appena separati,
anche appena abbiamo finito di vederci.