Get a site

Lord Byron – C’è un piacere nei boschi senza sentieri / There is a pleasure in the pathless woods

Albrecht Altdorfer, Saint George in the Forest, 1510

There is a pleasure in the pathless woods,
There is a rapture on the lonely shore,
There is society, where none intrudes,
By the deep Sea, and music in its roar:
I love not Man the less, but Nature more,
From these our interviews, in which I steal
From all I may be, or have been before,
To mingle with the Universe, and feel
What I can ne’er express, yet cannot all conceal.

C’è un piacere nei boschi senza sentieri,
c’è un rapimento sulla spiaggia solitaria,
c’è un mondo dove nessuno penetra,
vicino al mare profondo, e musica nel mondo:
oh, non amar l’uomo di meno, ma più la Natura,
mercé questi nostri colloqui,
dai quali io rubo tutto quanto posso essere,
o sono stato prima,
per mescolarmi con l’universo,
e provare ciò che non riesco mai a esprimere,
e tuttavia non riesco a celare.