Get a site

Thomas Hardy – Toni neutri / Neutral tones

Isaac Levitan, Waterlilies, 1895

We stood by a pond that winter day,
and the sun was white, as though chidden of God,
and a few leaves lay on the starving sod;
– They had fallen from an ash, and were gray.
Your eyes on me were as eyes that rove
over tedious riddles of years ago;
and some words played between us to and fro
on which lost the more by our love.
The smile on your mouth was the deadest thing
alive enough to have strength to die;
and a grin of bitterness swept thereby
like an ominous bird a-wing….
Since then, keen lessons that love deceives,
and wrings with wrong, have shaped to me
your face, and the God curst sun, and a tree,
and a pond edged with grayish leaves.

Sostammo presso un laghetto quel giorno d’inverno,
e il sole era bianco, come biasimato da Dio,
e sparse foglie giacevano sulla zolla affamata,
cadute da un frassino, ed erano grigie.
I tuoi occhi fissi sopra di me erano quali gli occhi che vagano
su tediosi enigmi risolti anni addietro;
parole correvano tra noi su e giù,
chiedevano chi, con il nostro amore, avesse perduto di più.
Il sorriso della tua bocca era la cosa più morta
abbastanza viva per avere la forza di morire;
e un ghigno d’amarezza aleggiava su di esso
come un uccello di sventura in volo…
Da allora, crude lezioni che amore inganna,
e strazia d’offese immeritate, hanno foggiato per me
la tua faccia, e il sole maledetto da Dio, e un albero,
e un laghetto orlato di foglie grigiastre.