Get a site

Louis-Ferdinand Celine – Omissis

Henri Le Sidaner, Snow in the moonlight, 1903

Nothingness,
emptiness,
redundant tones
(eyelid vainly move,
there are no tears or
baggage to doze on).
Once more I dream about 
the old wintry city and foams,
 gust of wind,
 snow and tangy fire.
This pale color bothers me,
 but even more the faces oppressed
by fumes of light.
I have no desire to love you,
you are tired too,
let me disappear,
and then look for me during October –
when only dry leaves will be left and
I will be old once again.

Nullità,
vuoto,
tonalità ridondanti
(le ciglia s’animano
invano,
non ci sono lacrime o
bagagli su cui assopirsi).
Di nuovo sogno la vecchia città
invernale e le schiume,
gli strascichi di vento,
la neve ed il fuoco
acido.
Tutto questo colore chiaro mi
disturba e ancora di più
i volti appesantiti
dalle esalazioni della luce.
Non ho voglia d’amarvi,
siete come me stanchi,
fate che io non esista
e riconoscetemi solo in ottobre
quando di tutto
rimarranno foglie aride e
tornerò di nuovo vecchio.

Do you know a different English translation? Please contact me, this is a personal translation