Get a site

Italo Calvino – Oltre il ponte / Beyond the bridge

Winslow Homer, Prisoners from the front, 1866

Come on here, peach-color cheeked girl,
come on here, dawn-color cheeked girl
and I hope I’m able to tell you
my life when I was your age.
In the curfew hours, the German troops
ruled the town: we are ready.
They who don’t want to bow their heads
shall come with us and go up to mountains.
Keeping silent on the pine needles,
on prickly chestnut husks
a squad in the dusk early morning
went downhill from the dark mountain.
Hope used to be our companion
when we attacked the enemy’s strongholds
conquering our weapons in battle
barefoot, in rags and yet so happy.
We were twenty and beyond the bridge,
the bridge in the hand of the enemy
we saw the bank in front, and life,
all the good of the world beyond the bridge.
All the evil did we see in front of us,
all the good did we have in our heart,
life at twenty is beyond the bridge,
beyond the fire, love is beginning.
Let’s say so, we were no saints,
heroism is not superhuman,
run, low down, c’mon, jump over,
each step you make isn’t useless.
We saw the future at reach,
behind the trees, the bushes, the reeds
the future of a world more human,
and righter, and freer and happier.
We were twenty and beyond the bridge,
the bridge in the hand of the enemy
we saw the bank in front, and life,
all the good of the world beyond the bridge.
All the evil did we see in front of us,
all the good did we have in our heart,
life at twenty is beyond the bridge,
beyond the fire, love is beginning.
Now they all have family and children
who don’t know yesterday’s history.
I am alone, and walk in the lime-trees
with you, darling, who still weren’t there.
And I would like that all our thoughts,
all the hopes we had at that time
may revive in all what you hope now,
o my dawn-color cheeked girl.
We were twenty and beyond the bridge,
the bridge in the hand of the enemy
we saw the bank in front, and life,
all the good of the world beyond the bridge.
All the evil did we see in front of us,
all the good did we have in our heart,
life at twenty is beyond the bridge,
beyond the fire, love is beginning.

(Transl. by Riccardo Venturi)

O ragazza dalle guance di pesca,
o ragazza dalle guance d’aurora,
io spero che a narrarti riesca
la mia vita all’età che tu hai ora.
Coprifuoco: la truppa tedesca
la città dominava. Siam pronti.
Chi non vuole chinare la testa
con noi prenda la strada dei monti.
Silenziosi sugli aghi di pino,
su spinosi ricci di castagna,
una squadra nel buio mattino
discendeva l’oscura montagna.
La speranza era nostra compagna
ad assaltar caposaldi nemici
conquistandoci l’armi in battaglia
scalzi e laceri eppure felici.
Avevamo vent’anni e oltre il ponte
oltre il ponte che è in mano nemica
vedevam l’altra riva, la vita,
tutto il bene del mondo oltre il ponte.
Tutto il male avevamo di fronte,
tutto il bene avevamo nel cuore,
a vent’anni la vita è oltre il ponte,
oltre il fuoco comincia l’amore.
Non è detto che fossimo santi,
l’eroismo non è sovrumano,
corri, abbassati, dai, balza avanti,
ogni passo che fai non è vano.
Vedevamo a portata di mano,
dietro il tronco, il cespuglio, il canneto,
l’avvenire d’un mondo più umano
e più giusto, più libero e lieto.
Avevamo vent’anni e oltre il ponte
oltre il ponte che è in mano nemica
vedevam l’altra riva, la vita,
tutto il bene del mondo oltre il ponte.
Tutto il male avevamo di fronte,
tutto il bene avevamo nel cuore,
a vent’anni la vita è oltre il ponte,
oltre il fuoco comincia l’amore.
Ormai tutti han famiglia, hanno figli,
che non sanno la storia di ieri.
lo son solo e passeggio tra i tigli
con te, cara, che allora non c’eri.
E vorrei che quei nostri pensieri,
quelle nostre speranze d’allora,
rivivessero in quel che tu speri,
o ragazza color dell’aurora.
Avevamo vent’anni e oltre il ponte
oltre il ponte che è in mano nemica
vedevam l’altra riva, la vita,
tutto il bene del mondo oltre il ponte.
Tutto il male avevamo di fronte,
tutto il bene avevamo nel cuore,
a vent’anni la vita è oltre il ponte,
oltre il fuoco comincia l’amore.