Get a site

Ezra Pound – De Aegypto

Arkady Rylov, In the blue expanse, 1918

I— even I— am he who knoweth the roads
Thru the sky and the wind thereof is my body.
I have beheld the Lady of Life.
I, even I, that fly with the swallows.
Green and grey is her raiment
Trailing along the wind.
I— even I— am he who knoweth the roads
Thru the sky and the wind thereof is my body.
Manus animam pinxit—
My pen is in my hand
To write the acceptable word.
My mouth to chaunt the pure singing:
Who hath the mouth to receive it?
The Song of the Lotus of Kumi?
I—even I— am he who knoweth the roads
Thru the sky and the wind thereof is my body.
I am flame that riseth in the sun,
I, even I, that fly with the swallows
For the moon is upon my forehead,
The winds are under my kiss.
The moon is a great pearl in the waters of sapphire;
Cool to my fingers the flowing waters.
I— even I— am he who knoweth the roads
Of the sky and the wind thereof is my body.
I will return unto the halls of the flowing
Of the truth of the children of Ashu.
I— even I— am he who knoweth the roads
Of the sky and the wind thereof is my body.

Io, proprio io, sono colui che conosce le strade del cielo, e di vento è fatto il mio corpo.
Ho visto la signora della vita
io, proprio io, che volo con le rondini.
Verde e grigia è la sua veste,
trascinata dal vento.
Io, proprio io, sono colui che conosce le strade del cielo, e di vento è fatto il mio corpo.
Manus animam pinxit,
nella mia mano è la penna
per scrivere la parola accettabile…
la mia bocca per cantare il canto puro!
Chi ha bocca che lo riceva,
il canto del loto a Kumi?
Io, proprio io, sono colui che conosce le strade del cielo, e di vento è fatto il mio corpo.
Sono la fiamma scaturita dal sole,
io, proprio io, che volo con le rondini.
La luna è sulla mia fronte,
i venti sotto le mie labbra.
La luna è una grande perla in acque di zaffiro,
fresca sotto le mie dita scorre l’acqua.
Io, proprio io, sono colui che conosce le strade del cielo, e di vento è fatto il mio corpo.