Get a site

Anna Akhmatova – In una notte bianca / White night

Federico Rossano (1835-1912), Winter

I haven’t locked the door,
 nor lit the candles,
 you don’t know, don’t care,
 that tired I haven’t the strength
 to decide to go to bed.
Seeing the fields fade in
 the sunset murk of pine-needles,
 and to know all is lost,

 that life is a cursed hell:
I’ve got drunk
on your voice in the doorway.
 I was sure you’d come back.

Ah, non avevo chiuso la porta,
le candele non avevo acceso,
non sai come, stanca,
non mi risolvevo a coricarmi.
Guardare come si spengono le macchie
d’abeti nel buoi del crepuscolo,
inebriandomi al suono d’una voce
che somiglia alla tua.

E sapere che tutto è perduto,
che la vita è un maledetto inferno!
Oh, io ero sicura
che saresti tornato!